Dott.ssa Giovanna de Leo

La kinesiologia applicata è un trattamento di medicina biointegrata che permette la valutazione dello stato di salute di un soggetto attraverso test muscolari di precisione.

 Questi test muscolari non valutano la forza muscolare, ma la capacità di coordinazione neuromuscolare: infatti, sono veri e propri test neurologici.

In definitiva, la kinesiologia applicata si basa sull’ approccio olistico alla persona: il corpo viene visto come un tutto unico e inseparabile, strettamente connesso al mondo delle emozioni. L’approccio olistico permette, quindi, di considerare la persona nella sua totalità.

 La kinesiologia è, quindi, una vera e propria disciplina di lettura del linguaggio del corpo umano, proiettato a livello muscolare, poiché il funzionamento dei muscoli è influenzato dal sistema nervoso centrale a livello cosciente e subcosciente. Ulteriori elementi di valutazione dello stato di salute di un soggetto sono: la fisiognomica (lo studio del volto, che ricava dall’analisi delle espressioni del volto lo stato di salute dei singoli organi interni) e l’anamnesi (storia clinica del paziente).

Nell’effettuare il test muscolare, l’operatore, o kinesiologo, chiede al paziente di esercitare una forza opposta a quella esercitata dal kinesiologo stesso sul muscolo che si vuole testare. La forza applicata dal kinesiologo è leggera, dura 3 secondi e segue una direzione ben precisa. Attraverso il test muscolare, non si vuole misurare la forza o la potenza del muscolo, ma la capacità del sistema nervoso centrale di controllare in maniera equilibrata l’attività di quel muscolo. Un muscolo forte si contrae e respinge la forza su di esso esercitata, mentre un muscolo debole non si contrae e non respinge la forza esercitata dal kinesiologo, indicando, così, una disfunzione del muscolo stesso, oppure un disequilibrio localizzato in un’altra parte del corpo, neurologicamente associata a quel muscolo.

Il kinesiologo, quindi, dialoga con il corpo attraverso i test muscolari. La forza muscolare può essere influenzata da un alimento, da stimoli provenienti dall’esterno, da un’emozione, da un organo in disequilibrio. Si, perché ad ogni muscolo, corrisponde un viscere, un organo, una funzione. Infatti, secondo la medicina tradizionale cinese, ogni muscolo è collegato ad un organo attraverso un meridiano (un canale di energia).